IMPIANTI ARIA

IMPIANTI ARIA

John Guest Group è riconosciuto da anni nel mondo come uno dei principali produttori di raccordi ad innesto rapido, di tubi e di altri prodotti per il controllo di fluidi. Una reputazione ottenuta grazie alla realizzazione costante di prodotti di alta qualità con impegno continuo nello sviluppo del prodotto.

RACCORDI PER ARIA COMPRESSA IN PLASTICA

Terminale dritto

Intermedio a T

Gomito con codolo

Terminale cieco

Intermedio dritto

Intermedio a T ridotto

Riduzione

Raccordo a U

Intermedio a gomito

Terminale con codolo

T per calate

Plug

RACCORDI PER ARIA COMPRESSA IN OTTONE

Adattatore a T per calate

Terminale con codolo maschio

Curva di testa

Terminale dritto

Terminale con codolo femmina

TUBI PER ARIA COMPRESSA

Tubi in nylon 12

Prodotto dalla John Guest con gli stessi controlli qualitativi applicati ai suoi raccordi, rappresenta una valida integrazione al sistema per la realizzazione di impianti ad aria compressa.
Consente infatti di installare un sistema estremamente leggero e facile da montare ed eventualmente modificare.
Il tubo è realizzato in Rilsan senza plastificante e fornito in barre rigide da 3 mt.

Tubi in alluminio

Realizzati in una speciale lega, sono sottoposti ad un trattamento superficiale che conferisce loro protezione alla corrosione, isolamento elettrico ed un colore azzurro proprio degli impianti di aria compressa. Possono essere utilizzati con aria compressa, vuoto, acqua, olio e altri fluidi non aggressivi. Non rilasciano impurità o altre sostanze inquinanti e sono indicati per la realizzazione di qualsiasi impianto, purché non sterile.

Scelta del diametro del tubo

Quando si dimensiona un impianto è opportuno considerare le perdite di carico in funzione della lunghezza della tubazione. A tal fine bisogna anche tener conto del numero e dei tipi di raccordo utilizzati, i quali equivalgono ad una certa lunghezza di tubo. In caso di utilizzo costante di aria compressa (macchine automatiche, o altre applicazioni) è consigliabile progettare la rete con la configurazione ad anello, in modo da evitare eccessivi cali di portata tra inizio e fine linea. E’ anche opportuno prevedere dei serbatoi nelle zone dove la richiesta d’aria presenta dei picchi repentini. La perdita di carico, tra il serbatoio primario e la presa di utilizzazione, non dovrebbe superare il 5% della pressione di esercizio, rimanendo tra 10 e 30 KPa (0,1-0,3 bar).

AIR FLUID SERVICE s.r.l.
S.S. 554 Km. 4,200
09047 Selargius
tel. 070.21.10.021

airfluidservice@gmail.com
P.IVA 03566900928

Pin It on Pinterest

Share This